2-WEB-2-860x450_c

Cosa è cambiato dalla nota MIUR n. 674 del 3 febbraio 2016 ? Cosa devono fare Presidi e Docenti per essere tranquilli ?

Ricordiamo molto bene che in quel periodo i nostri uffici erano sommersi da telefonate da parte delle scuole che ci chiedevano spiegazioni e rassicurazioni in merito alla nota del Ministero dell’Istruzione. Anche noi ricordiamo, con non molto piacere quel periodo ma cerchiamo di fare un po’ di ordine e cercheremo di raccontare i fatti dal nostro punto di vista.

Inizialmente la nota del febbraio 2016, letta cosi come era, sembrava che chiedesse agli insegnanti e ai presidi delle scuole di assicurarsi che i mezzi utilizzati e gli autisti delle gite fossero in regola e quindi i bus fossore a posto con i vari controlli del caso e gli autisti avessero una condizione psicologica adatta per la guida ovvero non bevuto alcool, rispetto delle ore di guida etcc. Insomma questa nota chiedeva ai docenti di occuparsi e soprattutto assumersi delle responsabilità che a nostro parere non erano di loro competenza !

A questo punto ci fu una seconda nota del Miur che rivedeva e ammorbidiva la responsabilità dei docenti.

Quindi cosa deve fare un Istituto Scolastico per essere tranquillo ?

Innanzitutto rivolgersi ad un’agenzia viaggi (regolare – ovvero in possesso di autorizzazione della Provincia di competenza e assicurazioni previste dalla legge) e farsi mandare prima della partenza tutti i dati relativi alla Ditta Bus che effettuerà il servizio in modo da poter compilare il modulo (che alleghiamo) da trasmettere alla Polizia prima della partenza. In questo modo sarà compito delle agenzie di viaggio preoccuparsi delle certificazioni delle Ditte Bus e saranno gli organi competenti in materia (Polizia o vigili) a fare i vari controlli del caso prima della partenza.

 

Il presente articolo è stato scritto da un agente di viaggio specializzato in turismo scolastico.

 

admin

Write a Reply or Comment